Non è certo una sorpresa che gli ultimi due album di Enrico Crivellaro, Freewheelin’ e Mojo Zone, si trovino spesso nei negozi di musica accanto a Chet Atkins e Eric Clapton sullo scaffale dedicato ai “guitar heros”. Una vetrina del tutto appropriata per una chitarra dal suono potente che riesce ad essere allo stesso tempo raffinata ed esplosiva, tanto da spingere Enrico Crivellaro alle alte sfere del blues.

La definizione di “guitar hero” potrebbe non essere in armonia con la natura semplice e la genuina devozione alla musica di Enrico Crivellaro ma serve a descrivere puntualmente un chitarrista che si è guadagnato fama internazionale grazie a uno stile che unisce Blues con Jazz e American Roots Music, tanto da essere considerato tra i più influenti della sua generazione.

Decine le recensioni entusiastiche di Freewheelin’ e Mojo Zone, tra cui quella della prestigiosa rivista specializzata americana Downbeat che scrive di “ispirazione, sentimento ipnotico e delicatezza emotiva” quali caratteristiche che, unite a una “tecnica stellare”, permetteranno a Enrico Crivellaro di “conquistare l’America blues”.

LINE UP
Enrico Crivellaro – chitarra e chitarra baritono
Piero Taucher – pianoforte e organo hammond
Simone Serafini – basso elettrico
Carmine Bloisi – batteria

Share