JJC Band nasce da un’idea di Alessandro Tosi, bassista veronese di ventennale esperienza, che nutre un amore di lunga data per la musica dell’artista omaggiato. Decide quindi di coinvolgere nel progetto gli amici Giorgio Peggiani (armonica e voce,già insieme in Vladi Blues band, Alligator Nail), Simone Boffa (chitarra,già con Tosi e Peggiani negli Alligator Nail), Giovanni Guerretti (piano e tastiere,già con Peggiani nella Rudy Rotta Band) e Arky Buelli (già con Boffa nei Granny Says, Simone Boffa Live project).

Forti connessioni pre-esistenti tra i vari musicisti, quindi, che ne hanno da subito facilitato la coesione, nella comunione di intenti: la riproposizione della musica di J.J. Cale, che ha dato una marcata ispirazione ad artisti del calibro di Dire Straits ed Eric Clapton, per citarne alcuni. Quest’ultimo, tra l’altro, ha portato alla fama mondiale due brani dello stesso Cale, “Cocaine” e “After Midnight”.

L’idea è quella di ricercare il sound e lo spirito easy, tranquillo, di questo artista, come traspare dalle sue composizioni. In particolare, qui si sceglie di non cedere alla facile tentazione del virtuosismo, a favore di un più compatto suono d’insieme; il tutto al fine di rendere al pubblico le genuine singole identità dei brani, di matrice country, folk, blues, con sentita prevalenza a volte di uno a volte dell’altro di questi generi.

La conferma di come la contaminazione di stili, spesso, ne faccia scaturire di nuovi, a sé stanti.

Nasce così il Tulsa Sound, marchio di fabbrica del compianto J.J. Cale (1938-2013)

 

Share