Immaginate un carrozzone di legno pieno zeppo di oggetti di ogni tipo  che rimane incastrato attraversando delle rotaie: la musica di O’CiucciariellO è la miriade di oggetti fatti a pezzi che schizzano nell’aria dall’inevitabile collisione con il primo treno di passaggio.
L’unico gruppo ad avere un nome napoletano ,a cantare un misto di veneto,  italiano ,  inglese , francese , spagnolo e lingue non esistenti  , ad avere un suonatore di rubrica telefonica a mescolare generi musicali apparentemente incompatibili, balkan, gypsy, dub, drum & bass, psichedelia. Hanno provato in molti a definirli con  un genere, ma nessuno ancora è riuscito.
La band è attiva da parecchi anni ha suonato in ogni tipo di occasione , tra serate su grandi palchi in apertura a  band del calibro di Bandabardo’ , Roy Paci , Tonino Carotone , Almamegretta , passando da locali di metratura variabile tra 500 e 5 mq.
In altre occasioni invece  “sguinzagliati” per strada hanno dato il massimo, partecipando a  vari Buskers Festival tra cui “il borgo incantato” a Gerace (Reggio Calabria), Ravenna Buskers ,Castellaro Lagusello (Mantova),inoltre hanno suonato in Vintage Market e performance di strada nelle piazze in italia ed europa.
Attualmente promuovono il nuovo album “Kebaboys From Hell” , disponibile in formato fisico e digitale su tutti gli stores.

Share