Patrick Ruffino (Benin)
VOODOO FUNK

Patrick Ruffino (BEN): voce, basso
Jean Dibongue (BEN): chitarre, voce
Federico Squassabia (ITA): rhodes, synth
Marco Zanotti (ITA): batteria, percussioni
Guglielmo Pagnozzi (ITA): sax

Cantante, bassista e compositore originario del Benin, Patrick Ruffino è cresciuto nella Cotonou pregna di funk e di voodoo degli anni ’70 e ’80. Le numerose collaborazioni con i grandi nomi della musica dell’Africa Occidentale (una su tutti la T. P. Orchestra Poly-Rhytmo) lo hanno reso lui stesso uno dei musicisti di riferimento dell’afrofunk e della musica africana contemporanea. Attualmente risiede a Parigi e il suo secondo disco “Aafada” lo ha registrato insieme agli amici Vieux Farka Touré, Lionel Louéke, Dramane Dembele, Cheick Tidiane Seck.
Per la prima volta Patrick Ruffino porta in Italia la sua musica e lo fa insieme ad alcuni esponenti della scena afrobeat nostrana come Marco Zanotti, direttore della Classica Orchestra Afrobeat, Federico Squassabia, fondatore del progetto Muck e Guglielmo Pagnozzi, fondatore del Laboratorio Sociale Afrobeat di Bologna. A loro si aggiunge il chitarrista beninese Jean Dibongue, storico braccio destro di Tony Allen.

Share