Sunny War (nata Sydney Lyndella Ward) è molto più di un’ artista; lei è una forza della natura difficile da definire.
Nata da una madre single un po ‘più di 20 anni fa, la sua infanzia è stata non convenzionale, un modo per descriverlo è nomade, tra il Colorado e Michigan. All’età di 13 anni iniziare a suonare la chitarra e scrivere le sue canzoni originali. Poco dopo trasferitasi in California, inizia ad esibirsi per le strade di San Francisco e San Diego; ma è a Venice Beach, CA, dove è diventa un icona dei performer del famoso lungomare.
Oltre a spettacoli memorabili a Venice Beach, Sunny prosegue con un progetto parallelo, “Anus King”, come valvola di sfogo per altri interessi musicali creando una notevole “buzz” nella scena punk locale di Los Angeles.
Dotata di particolare tecnica chitarristica tipica dei suonatori di banjo ma in uso anche tra i chitarristi di blues acustico, Sunny è sia un’ autrice blues che una scrittrice punk. Poi c’è la sua voce con tutta la malinconia di Billie Holliday e la sua notevole capacità di entrare nel cuore di chi ascolta come un coltello caldo nel burro. Nelle sue canzoni esplora aspetti personali della sua vita, la politica e la società di oggi con uno sguardo a volte dolce, a volte rabbioso sulla realtà americana.

Share