Ivan WildBoy e il suo trio sono come un brivido che scorre sulle note tra il rockabilly e il rock ‘n’roll dei classici anni ’50. Gli ingredienti, del resto, non lasciano alcun dubbio: contrabbasso e batteria ai lati, chitarra e voce al centro della scena! La ricetta prevede rock’n’roll autentico, dalle origini dei ’50s fino a primissimi ’60s, ma servito fresco e con un pizzico di surf: proprio come lo erano Elvis e compagnia quando si apprestavano a cambiare la storia della musica. Anziché suonare come la riproduzione fedele di un vinile polveroso, il trio vuole essere qualcosa in più di una semplice playlist che fa il verso alle tribute band o alle cover band in maschera. Lo show è potente, nuovo, cattura un pubblico ormai stanco di concerti statici ascoltati seduti al tavolo. La voce torna ed essere lo strumento principale, in grado di colpire tutti gli annoiati di tanti chitarrismi perfetti e dei country senza fine, appoggiandosi sulla batteria swing e il contrabbasso slap.