Qualche anno fa in Messico sulle orme di Castaneda al centro del Foco del Tonal ho vissuto una esperienza al limite della comunicabilita’.
Il maestro che era con me mi disse: “non smettere di ascoltare la voce del bambino che è in te”.
Vecc burdel nasce da una tensione tra la turbolenza del bambino e la consapevolezza del vecchio, volta a non tradire né l’uno né l’altro.
Un concerto a tinte blues,con sfumature femminili, che incontra i suoni e le parole del dialetto romagnolo.
Un viaggio che coinvolge l’anima del percussionista forlivese e dei suoi musicisti: una sonorità che fa il giro del mondo e che si contamina con la terra di Romagna.
Il suono, il ritmo, i timbri e le regole di una grammatica ogni volta nuova alla costante ricerca di una Musica Totale, in equilibrio su tutti gli stili, che conosce la potenza e anche il silenzio. La massima energia e la leggerezza dell’attesa, un mistero che diviene immagine.

VINCE  VALLICELLI batteria voce

DON ANTONIO GRAMENTIERI chitarra

MIRKO MONDUZZI tastiera chitarra 

ROBERTO VILLA basso