La band, nella quale militano alcuni fra i musicisti più in vista della scena nazionale (numerose le collaborazioni illustri fra le quali Zucchero, Nek, Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Umberto Tozzi, Annalisa, Irene Grandi, Lisa Hunt etc..) propone uno spettacolo travolgente passando con grande energia fra Soul, Rhyth&Blues, Funk e Gospel; la carismatica presenza del leader James Thompson riesce a coinvolgere ed appassionare tutti i tipi di platea.
Let’s groove!

James Thompson
Il sassofonista statunitense James Thompson è noto in Italia per le sue decennali collaborazioni con Zucchero Fornaciari, Paolo Conte e Stadio. Session man, autore, grande conoscitore dello Smooth Jazz, del Pop-Rock e del Soul, James Thompson sul palcoscenico non si risparmia mai e le sue innate doti di entertainer e showman costituiscono un valore aggiunto alle sue ben note capacità musicali. Cresciuto in un’epoca interessante essendo un teenager negli anni sessanta in California, ascoltava di tutto: soul, R&B, rock, jazz, pop e blues. In quegli anni, tutta la musica si ascoltava alla radio. Tutti gli stili, i generi e gli artisti venivano trasmessi da una stazione radio. Fu profondamente influenzato da quella musica come dai tempi turbolenti degli Stati Uniti negli anni sessanta. Iniziò a suonare il sax alto nella banda della scuola nel 1966 all’età di 15 anni, dopo 3 anni di clarinetto. Per quanto riguarda la voce, iniziò a cantare all’età di 2 anni. Professionalmente divenne cantante solista intorno al 1984, prima di allora faceva
principalmente il corista. Nel 1973, lasciò l’università e si mise per strada con un gruppo di musicisti che erano compagni di scuola: giovani e pazzi, viaggiarono molto, principalmente nella West Coast ed in Canada, ma anche in Giappone dove suonarono con i The Platters, gli The Olympics (un altro gruppo degli anni cinquanta) e Edwin Starr “WAR, WHAT IS IT GODD FOR?”. Nel 1978, lui ed un suo amico di nome Dave Smith formarono il gruppo fusion Squash. Suonavano jazz in locali underground nel sud e nel centro della California. Nel 1980 e 1981 registrò due dischi con Andy J. Forest, un amico di vecchia data, e
alla fine venne in Italia nel 1983, in tour con la sua band. Passarono quattro anni prima che tornasse negli Stati Uniti. In questi quattro anni pubblica con Cruisin’ Records : L.A.Woman insieme ad Andy J Forrest e come voce solista “For Your Sweet Information” “Ciccalaccacocco” ” Viens tu a Dancer” “Bad Rap” ed altri brani che usciranno nell’unico LP dal titolo Rap On
distribuito in vari paesi europei. Ha partecipato ad alcuni grandi festival musicali come Montreux Jazz Festival, Rock am Ring in Germania, The House of Blues a Los Angeles, The Beacon Theater a New York, The Kremlin, Royal Albert Hall, Pavarotti and Friends, e recentemente a Coca Cola Summer Festival. Nel 2007 ha preso parte alle tournée di Billy Cobham e Frank Gambale; nel 2008 è impegnato in tournée mondiale del tour All the Best World Tour di Zucchero. Nel 2010 è uscito il suo ultimo CD Different Faces che riflette lo stato d’animo musicale del momento. Tutti i pezzi sono stati scritti da lui stesso ed hanno delle inflessioni che vanno dal soul al jazz al funk e al rock. Da maggio 2010 è in tournée con alcuni musicisti della Band di Zucchero Fornaciari in
un Tour che si chiama ” James Thompson project”. Nel 2013 con l’Harlem Blues Band partecipa ad alcuni festival blues del sud Italia tra cui il XVI Brindisi blues Festival, IV Accadia Blues Festival, V Manfredonia Blues festival, I Bitonto Blues Festival, IX Etna in Blues.
LINE UP
James Thompson: Sax & Voice
Francesco Plazzi: Guitar & Voice
Nicola Peruch: Keyboards
Marco Dirani: Bass
Tommy Graziani: Drums

 

Share